• Presentazione del LS

- Titolo: Descrizione oggettiva e descrizione soggettiva
- Categoria: Testo descrittivo
- Autori: alunni di classe 4^A e 4^B Scuola Primaria di Tezze di Arzignano (VI)- Inss. Carlotto Nerina (Italiano, informatica) Vicariotto Rosa Maria (matematica, scienze) Povoleri Carmela (immagine) Bevilacqua Barbara (coordinatore)- A.S. 2008/09
-classi 5^A e 5^B Scuola Primaria Tezze di Arzignano (VI)-Inss. Carlotto Nerina (Italiano, informatica, immagine) Vicariotto Rosa Maria (matematica, scienze, informatica) Bevilacqua Barbara (coordinatore) -A.S. 2009/10
- Obiettivi d'apprendimento:
-Conoscenza: struttura del testo descrittivo
Abilità:
  • Analizzare un testo descrittivo oggettivo e un testo descrittivo soggettivo.
  • Distinguere una descrizione oggettiva da una soggettiva e viceversa
  • Organizzare il proprio pensiero e compiere operazioni mentali di vario tipo (analisi, valutazioni, confronti...).
  • Condividere le conoscenze tenendo conto dello scopo, del contesto e delle esigenze comunicative.
- Macroprogettazione dell'unità di apprendimento
- Microprogettazione e documentazione dell'unità di apprendimento




• Introduzione

leggi.jpg
Leggi

Stai per iniziare un percorso che ti avvicinerà al testo descrittivo.

Potrai individuare i testi oggettivi e soggettivi, scoprire le caratteristiche dell'uno e dell'altro.
Vuoi provare questo percorso? Seguici...

« torna alla scelta dei contenuti



• Descrizione oggettiva e descrizione soggettiva

leggi.jpg
Leggi

Il testo descrittivo può essere: testo oggettivo e testo soggettivo.
Testo OGGETTIVO
Testo SOGGETTIVO
- caratteristiche
-caratteristiche
es. testo descrittivo OGGETTIVO di un animale
es.testo descrittivo SOGGETTIVO di un animale
  • dati riguardanti l'aspetto fisico (occhi, zampe, pelo...)
  • dati riguardanti le abitudini (cosa fa, giochi...)
  • informazioni (cibo, habitat...)
  • ricco di informazioni precise
  • dati particolari dell'aspetto fisico, abitudini e comportamenti scelti dall'autore
  • sono presenti le impressioni, emozioni e sentimenti dell'autore (punto di vista)
  • sono presenti opinioni e stati d'animo dell'autore


« torna alla scelta dei contenuti




• Esempio di descrizione oggettiva


leggi.jpg
Leggi

Lo scoiattolo
Lo scoiattolo vive nei boschi, dove si nutre soprattutto di nocciole, noci, pinoli, ghiande e germogli, che cerca arrampicandosi e saltando abilmente tra gli alberi.
Questo agilissimo animale ha il corpo snello, la testa arrotondata e gli occhi grandi, che gli forniscono una visione ampia e accurata per giudicare le distanze di salto con estrema precisione.
La sua coda, lunga e cespugliosa, gli serve sia da bilanciere, quando corre velocemente su un ramo o si arrampica su rami sottili, sia per inviare segnali ad altri scoiattoli.
Le sue quattro zampe terminano con cinque dita lunghe e sottili, munite di artigli acuminati che gli consentono di aggrapparsi alla corteccia degli alberi tanto fermamente da mantenersi a testa in giù.
Lo scoiattolo afferra il cibo con le dita delle zampe anteriori e si serve dei grandi denti incisivi, simili a scalpelli taglienti, per rodere l'involucro legnoso dei frutti secchi.

ascolta.gif
Ascolta



« torna alla scelta dei contenuti




• Esempio di descrizione soggettiva


leggi.jpg
Leggi


Incontro con uno scoiattolo
Vidi sull'orlo del viale affacciarsi un musino fulvo e con gli occhi assorti, che non sembravano neppure spiare.
L’animaletto si mosse: e la gran coda ritta, a ventaglio, col fiocco aero e luminoso, attraversò il viale, venne verso di me. Non mi mossi.
Una nocciola, l'unica intatta, giaceva vicinissima ai miei piedi; e io sentii a un tratto, meravigliato, il ventaglio della coda accostarsi alla scarpa, sfiorarmi le gambe.
Rabbrividii, ma non mi mossi.
Ed ecco il piccolo corpo drizzarsi sottile ed elegante, poco più alto della coda, rimasta ritta, luminosa contro la luce; ecco le zampine anteriori portar la nocciola alla bocca e farsi mani.
Erano due manine aeree, bianche, che non avevano più nulla di ferino (cioè di bestiale) e pareva facessero un gioco, districassero una trina delicata.
Anche il triturare fine dei denti, lesti lesti, aveva qualche cosa di infantile e di birichino.
Benedetta Tecchi, Storie di bestie. Bompiani

ascolta.gif
Ascolta
scoiattolo_-_giulia_verza_e_elisa.png




« torna alla scelta dei contenuti




• Elementi che caratterizzano la descrizione oggettiva


In giallo sono evidenziati i dati descrittivi oggettivi individuati nel testo.

leggi.jpg
Leggi

Lo scoiattolo
Lo scoiattolo vive nei boschi, dove si nutre soprattutto di nocciole, noci, pinoli, ghiande e germogli, che cerca arrampicandosi e saltando abilmente tra gli alberi.
Questo agilissimo animale ha il corpo snello, la testa arrotondata e gli occhi grandi, che gli forniscono una visione ampia e accurata per giudicare le distanze di salto con estrema precisione.
La sua coda, lunga e cespugliosa, gli serve sia da bilanciere, quando corre
velocemente su un ramo o si arrampica su rami sottili, sia per inviare segnali ad altri scoiattoli.
Le sue quattro zampe terminano con cinque dita lunghe e sottili, munite di artigli acuminati che gli consentono di aggrapparsi alla corteccia degli alberi tanto fermamente da mantenersi a testa in giù.
Lo scoiattolo afferra il cibo con le dita delle zampe anteriori e si serve dei grandi denti incisivi, simili a scalpelli taglienti, per rodere l'involucro legnoso dei frutti secchi.


« torna alla scelta dei contenuti





• Elementi che caratterizzano la descrizione soggettiva


In giallo sono evidenziati i dati descrittivi soggettivi, individuati nel testo.

leggi.jpg
Leggi

Incontro con uno scoiattolo
Vidi sull'orlo del viale affacciarsi un musino fulvo e con gli occhi assorti, che non sembravano neppure spiare.
L’animaletto si mosse: e la gran coda ritta, a ventaglio, col fiocco aero e luminoso, attraversò il viale, venne verso di me. Non mi mossi.
Una nocciola, l'unica intatta, giaceva vicinissima ai miei piedi; e io sentii a un tratto, meravigliato, il ventaglio della coda accostarsi alla scarpa, sfiorarmi le gambe.
Rabbrividii, ma non mi mossi.
Ed ecco il piccolo corpo drizzarsi sottile ed elegante, poco più alto della coda, rimasta ritta, luminosa contro la luce; ecco le zampine anteriori portar la nocciola alla bocca e farsi mani.
Erano due manine aeree, bianche, che non avevano più nulla di ferino (cioè di bestiale) e pareva facessero un gioco, districassero una trina delicata.
Anche il triturare fine dei denti, lesti lesti, aveva qualche cosa di infantile e di birichino.
Benedetta Tecchi, Storie di bestie. Bompiani


« torna alla scelta dei contenuti




• Laboratorio: confronto in tabella


Nella tabella sottostante sono riassunti i dati soggettivi e oggettivi ricavati dai testi sullo scoiattolo, analizzati e messi a confronto.

leggi.jpg
Leggi

Lo scoiattolo
descrizione oggettiva
Incontro con lo scoiattolo
descrizione soggettiva
Testa:
  • arrotondata
  • occhi grandi che forniscono una visione …
Testa:
  • musino fulvo
  • occhi assorti
Coda: lunga e cespugliosa
    • serve da bilanciere
    • per correre,
    • arrampicarsi
    • inviare segnali agli altri scoiattoli
Coda:
  • gran coda a ventaglio
  • luminosa contro la luce
Zampe:
  • quattro zampe con cinque dita consentono di aggrapparsi e …
Zampe:
  • zampine anteriori che si fanno mani
  • zampine aeree e bianche…
Denti:
  • denti incisivi simili a scalpelli taglienti che gli servono
per rompere i frutti e il tronco legnoso
Denti:
  • i denti lesti lesti (avevano qualche cosa di infantile e birichino)


« torna alla scelta dei contenuti


• Mettiti alla prova!

Mettiti_alla_prova!
Leggi bene le affermazioni e scegli la risposta esatta.
Ogni risposta esatta ("CORRECT") vale cento punti. :-)
Se la risposta è errata ("WRONG") i punti saranno zero. :-(
Alla fine del gioco visualizzerai il punteggio ottenuto.


gioco_match.gif


« torna alla scelta dei contenuti



• Attività: istruzioni per costruire un cartellone riassuntivo

costruisci.gif
All'opera!

Procurati il seguente materiale:
  • un cartellone (70x100), colorato o bianco
  • pennarelli grossi

Procedi in questo modo:
  • dividi il cartellone in due parti
  • scrivi da una parte: descrizione soggettiva e nell'altra: descrizione oggettiva
  • in ognuna scrivi le caratteristiche
Scoprirai che è divertente riassumere le caratteristiche dei due tipi di descrizione :-)

Se vuoi, qui puoi trovare uno spunto!

Cartellone


« torna alla scelta dei contenuti